Sara,un angelo in cielo

Quindici mesi di dura lotta contro un male che lasciava sin dall’inizio poche speranze, mesi di chemio e radioterapia affrontati con tenacia e grande dignità, una forza interiore che normalmente non si addice ad una bimba di soli otto anni. I lunghi ricoveri, le cure spossanti, le estenuanti ricerche di possibili centri specializzati (sia in Italia che all’estero), non sono stati sufficienti contro questo male ancora poco conosciuto alla scienza medica. Sara, la grande guerriera, ha combattuto il suo destino avverso sino all’ultimo, supportata dall’amore del papà e della mamma che con altrettanto coraggio le sono stati accanto durante tutti questi mesi di sofferenza. Il suo cuore ha cessato di battere la sera dell’11 maggio, gettando nella disperazione i famigliari e tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incontrarla sul proprio cammino.

Sara, così piccola, ma così grande! Ha saputo in poco tempo insegnare a noi tutti quale sia il Senso della Vita: ama, sorridi, dona, sii tenace e combattivo, cammina a testa alta anche quando i pregiudizi potrebbero ferirti, rispetta te stesso e chi ti sta accanto. Tutto questo era la nostra piccola Winx ed è per noi tutti un esempio da seguire.

Non ci sono stati miracoli per lei, ma un piccolo miracolo l’ha compiuto ella stessa riuscendo nel suo ultimo viaggio terreno ad abbattere le intolleranze delle diversità razziali e religiose, unendo così cattolici e musulmani che legati dal dolore per la sua scomparsa prematura, l’hanno accompagnata là dove il corpo e l’anima separano.

E’ desiderio dei genitori ringraziare tutti coloro che hanno dimostrato attraverso le molteplici facce della solidarietà la propria vicinanza, ed è così che anche a voi amici del web che tanto siete stati presenti va il loro ed il mio grazie.

Piccolo angioletto, questo non è un addio ma un arrivederci, ora corri serena tra i prati verdi del paradiso e come dicono le tue amiche Winx: “La tua mano nella mia più forza ci darà”.

Annunci