Berlusconi: Dietro l’inchiesta di Bari c’è qualcuno che ha dato un mandato molto preciso e benissimo retribuito a questa signora D’Addario

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in un’intervista al settimanale Chi contrattacca sull’inchiesta di Bari che lo chiama in causa e punta il dito su direttori ed editori di giornali: si vergognino.

Ma Patrizia D’Addario, la escort quarantaduenne ha rivelato di aver avuto un rapporto sessuale con il premier la notte del 4 novembre, replica: non ho mandanti. Se Berlusconi è «in possesso della minima prova a sostegno della sua affermazione» la trasmetta all’Autorità giudiziaria. «Se così non fosse – aggiunge – vorrei pregarlo di astenersi da simili affermazioni».

«Non ho mai pagato una donna. Non ho mai capito che soddisfazione ci sia se non c’è il piacere della conquista», ha aggiunto il premier, che alla domanda se non si era reso conto che Patrizia potesse essere una prostituta che voleva tenderle una trappola risponde: «Se sospettassi di una persona una cosa del genere, le starei lontano mille miglia».

«Nessuno dei miei ospiti è mai stato sottoposto a una perquisizione personale. Se poi qualcuno abusa della mia cortesa e della mia buona fede e viola la mia privacy, questo è un comportamento che squalifica lui, non me», ha quindi sottolineato il presidente del Consiglio. Il premier è intervenuto poi anche sulla polemica sui servizi segreti che avrebbero permesso al fotografo Antonello Zappadu di violare la privacy di Villa Certosa: «Penso che i servizi segreti siano stati occupati in cose più serie delle foto di Zappadu».

Editori e direttori si vergognino. Il premier ringrazia poi Francesco Cossiga, che sul Corriere della Sera lo ha esortato a non chiedere scusa a nessuno, e dice: «Non ho nulla di cui dovermi scusare con nessuno. Non c’è nulla nella mia vita privata di cui io mi debba scusare. Sono, invece, in tanti, dagli editori ai direttori dei principali quotidiani italiani, che debbono vergognarsi e che dovrebbero scusarsi con me. Ma non lo faranno certo. Perderanno credibilità e lettori».

Veronica. «E’ stata una ferita molto dolorosa. Non so se il tempo potrà rimarginarla», ha detto poi il premier parlando per la prima volta della separazione e del suo futuro con la moglie Veronica Lario. «Quello che è certo – ha aggiunto il premier – è che la nostra è stata una grande storia d’amore. E le vere storie d’amore non si cancellano mai. Sono sereno. Sono triste, ma sereno. Penso a mia madre ogni giorno. Mia madre mi ha insegnato a non avere paura di nulla, a non farmi scoraggiare da nulla».

I figli. Sul rapporto con i figli dopo l’inchiesta di Bari, il premier dice: «Il dolore per il fango che hanno provato a gettarci addosso ci ha unito ancora di più. La risposta di tutti i miei figli di fronte alle incredibili affermazioni del leader dell’opposizione è stata per me la più grande gioia da molto tempo a questa parte», ha sottolineato Berlusconi riferendosi alle parole di Dario Franceschini, che durante la campagna elettorale aveva detto: «Fareste educare i vostri figli da Berlusconi?».

La replica di D’Addario. «In un’intervista rilasciata oggi il presidente del Consiglio sostiene, riferendosi a me, che “c’è qualcuno che ha dato un mandato molto preciso e benissimo retribuito a questa signora”. Smentisco che ciò sia accaduto», ha detto la donna che invita Berlusconi «qualora sia in possesso della minima prova a sostegno della sua affermazione, a volerla trasmettere all’Autorità giudiziaria. Se così non fosse – conclude – vorrei pregarlo di astenersi da simili affermazioni».

Il «limite della decenza» è stato superato nel comportamento «indifendibile» dal presidente del Consiglio. La Chiesa italiana quindi «non può ignorare l’emergenza morale»: è quanto afferma il direttore di Famiglia Cristiana, don Antonio Sciortino, rispondendo alle lettere dei lettori disorientati di fronte all’inchiesta di Bari e al comportamento del premier.

«Lo stile di vita invernale ed estivo di Don Sciortino è tale che difficilmente può impartire lezioni di morale a chicchessia. Già è stato smentito più volte da chi aveva l’autorità morale per farlo. Si rassegni a subire altre smentite. Noi, invece, faremo a meno delle sue lezioncine». Lo dichiara il presidente del gruppo Pdl al Senato, Maurizio Gasparri.

L’inchiesta: le telefonate non intercettate. Gianpaolo Tarantini non è un imprenditore sprovveduto, anzi, sospettano alcuni investigatori, è rampante e spregiudicato. Forse è solo un caso ma in più di una occasione il suo telefonino BlackBerry sarebbe stato impostato in modalità “voip” che, almeno fino ai mesi scorsi, quando l’utenza mobile era costantemente sotto controllo, permetteva alle sue telefonate di sfuggire ai controlli della Guardia di finanza. Con chi parlava in quei casi Tarantini? È questa la domanda che si pongono in procura.

I finanzieri stanno ora tentando di risalire, attraverso le celle telefoniche, a tutti gli spostamenti e agli interlocutori dell’imprenditore barese, che è indagato per induzione alla prostituzione di un gruppetto di ragazze che avrebbero allietato i dopocena a politici e potenti, compreso il premier Berlusconi, tirato in ballo dalla D’Addario.

Ma il racconto piccante della D’Addario non sarebbe l’unico con riferimento alle feste vip organizzate per compiacere i potenti. Alcune deposizioni, finora non finite sui media, sono ritenute rilevanti ai fini investigativi. E sono proprio questi episodi su cui si sta concentrando ora l’attenzione del pm Scelsi.

Dagli atti dell’indagine spunterebbe inoltre un nuovo interlocutore, un uomo, che parla spesso al telefono con Gianpaolo Tarantini. I due discutono di donne da far partecipare a cene e dopocene che hanno solo lo scopo – secondo la pubblica accusa – di avvicinare politici bipartisan ai quali Tarantini avrebbe avuto in mente di chiedere prima o poi favori. Su quest’uomo – che gli investigatori chiamano il mediatore – si soffermano alcuni degli accertamenti in corso: si vuol capire se sia complice dell’attività di arruolamento delle escort o se sia solo un beneficiario.

berlusconi

Fonte: Il Mattino

Annunci

4 pensieri su “Berlusconi: Dietro l’inchiesta di Bari c’è qualcuno che ha dato un mandato molto preciso e benissimo retribuito a questa signora D’Addario

  1. Finalmente,caro Berlusconi ti sei scavato la fossa da solo!spero che gli italiani che ti hanno votato capiscono chi sei!Abbiamo propio toccato il fondo,tutto il mondo ci ride dietro,e spero tanto chequesta voltà non finirà in una bolla di sapone!La fossa è quasi pronta,speriamo che il cadavere non venga occultato!

  2. Los Angeles 6.26,09
    Tarantini la lezione di mea culpa narrata al corriere della sera,e la copia corretta e rivedura dei soliti discorsi di Berlusconi.Non cambia una virgol.E’ normale questa e’ l’occasione della Sua vita,pulire la starda per le porcherie che commette,Lei im pochi giorni ha avuto la possibilita’ di chiarire tutto il piano tramato ai danni del presidente.Quelli che fanno il suo lavoro si chiamano”RICOTTARI”Lei anche se lavora piu’ in alto e’ un “ricottaro” esperiamo che la ottima magistrature di Bari possa smantellare tutte le stronzta che’ sta’ vomitando.Per fare bella figura si viaggia con venti gnocche ad ogni occasione e le paga di tasca suo.
    Lei per ricotta sicuramente prendera’ diversi anni di carcere, non sara’ aiutato quando prese le debite distanze sara’ abbandonato dal presidente e dal suo difensore “ma va la’”La sua posizione sara’ piu’lieve se dira’ la verita’,finira’ comunque in carcere,come le sara’ liquidato un compenso se poi potrebbe ricattare a sua volta chi lo consegnera’ e per conto di chi.
    Si dia una regolata,Lei e’ in um nare di guai,come sua moglie.E’ facile con gli accertamenti della guardia di Finanza controllare le sue entrate reali,e le sue spese.Da dove uscivano i soldi”Facilissimo da appurare.
    Aldo caretti
    investments@cfgi.biz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...