Così il fondotinta è quello giusto

Un trucco perfetto è quello che esalta la naturale bellezza del viso. Per un incarnato perfetto, oltre alla crema base è indispensabile il fondotinta. Oltre a coprire eventuali imperfezioni del viso, rende la pelle più omogenea. In questo periodo dell’anno serve anche a proteggere la pelle da smog, freddo e vento.

Di che tipo Il fondotinta può essere di tre tipi; fluido, cremoso, compatto. Quello fluido è indicato per quasi tutti i tipi di pelle. Quello in crema è più adatto ad epidermidi secche o molto secche, anche perchè in genere è arricchito con agenti emollienti. Quello compatto va bene per pelli normali e anche per quelle grasse. Se la tua pelle è mista dovrai usarne due, oppure ricorrere a formule “ intelligenti”, cioè a fondotinta in grado di risolvere l’emergenza oleosità di alcune zone e idratare quelle aride. Se infine la tua pelle è acneica, sceglilo compatto, privo di oli e assolutamente non comedogenico, cioè che non ostruisca i pori. Per un trucco naturale preferisci, dunque, quello fluido, invece se devi mascherare imperfezioni opta per un compatto o in crema.

Di che colore Come scegliere una nuance? Naturalmente deve essere il più possibile simile alla tua carnagione. Per non sbagliare, guardalo bene alla luce naturale, solo così avrai l’idea giusta di come sarà quando lo usi. Per sicurezza applicane un po’ sotto sul collo appena sotto la mascella e non sul dorso della mano come è in uso fare. Non devi notare differenza con il colore della tua pelle. In caso di dubbio tra due tonalità, scegli quello più chiaro, serve per non indurire i lineamenti. Preferirne uno più scuro, darebbe un effetto innaturale e si noterebbe la differenza con mani e dècolletè. Ricorda, infine, che se sei bionda dovrai preferire sfumature rosate, mentre se sei mora quelle del beige o dorate.

fondotinta

Annunci

Profumo di donna

Il modo in cui il profumo viene percepito dipende da molti fattori. Spesso ha a che fare con i nostri ricordi, ci piace perchè magari ci fa pensare all’odore del mare, o alla fragranza che usava la mamma o magari ci riporta indietro nel tempo a un viaggio indimenticabile. Può anche essere per una questione di genetica, visto che gli odori vengono percepiti quando le componenti chimiche stimolano le nostre cellule olfattive. Insomma, la percezione di una fragranza è molto soggettiva e, dunque, anche la scelta non può essere che personalissima. Vale però la pena sapere che in ogni profumo ci sono tre “componenti” fisse: le note di testa, di cuore, di fondo.

Note di testa: Sono le più volatili, quelle che catturano l’attenzione e determinano l’impatto del profumo sul sistema olfattivo. Sono spesso note esperidee (limone, bergamotto, mandarino, arancio) o erabcee (salvia, rosmarino, lavanda). Il loro effetto dura circa dieci minuti dopodichè iniziano a sprigionarsi le note del cuore. Quindi quando provi un profumo lascia passare almeno un quarto d’ora per comprendere se è di tuo gusto perchè è bene percepire anche le note di cuore e non lasciarsi condizionare soltanto dalle prime.

Note di cuore: Hanno più tenuta di quelle di testa e sono quelle che conferiscono il vero carattere del profumo. Sono generalemente fiorite (rosa, garofano, gelsomino, ylang- ylang, tuberosa, mughetto) o speziate ( chiodo di garofano, noce moscata, coriandolo, cannella). La loro durata può variare dalle 4 alle 6 ore.

Note di fondo: Intensificano il carattere di fondo del profumo. Hanno bisogno di molto tempo per svilupparsi, ma durano più a lungo di tutte le altre. Possono rimanere sul tessuto di un capo di abbigliamento anche per più giorni. Sono spesso note balsamiche (mirra, benzoino, laudano) o boisèe (legno di cedro, patchuli, vètiver, sandalo)

  • Consigli pratici: Rocorda che se vuoi conservare più a lungo il tuo profumo, lo devi tenere, ben chiuso, in un luogo buio e fresco, in modo che non venga alterato dalla luce,  dalla temperatura, o dall’umidità.
  • Non mescolare il tuo profumo con altre fragranze. Sarebbe sempre meglio adoperare bagnoschiuma, deodorante e creme della stessa linea.
  • Per evitare macchie sui tessuti, il profumo mettilo prima di vestirti. Applicalo sulle zone pulsanti (interno dei polsi, tempie, collo) visto che in queste zone la circolazione del sangue permette alla fragranza di evaporare.