Bari – Sabrina urla la sua innocenza

“Sono innocente, aiutatemi!” Sono queste le urla che provengono dalla cella di Sabrina Misseri, dove è rinchiusa da venerdi sera. La ragazza sospettata di concorso in omicidio e sequestro di persona, grida che vuole uscire e accusa il padre di essere un bugiardo.E per impedire che si faccia del male, è stata rafforzata la vigilanza.