La Canzone Ufficiale dei Mondiali di Calcio 2010 “Waka Waka (This Time For Africa)”di Shakira

Il brano cantato, scritto e co-prodotto da Shakira “Waka Waka (This Time For Africa)”, sarà la Canzone Ufficiale dei Mondiali di Calcio 2010 che si svolgeranno tra  giugno e luglio in Sudafrica

Da oggi 15 maggio questo singolo si potrà ascoltare in radio. E’ una canzone dal ritmo coinvolgente che unisce strumenti e musicalità afro-colombiani con un crescente ritmo Soca. Un sicuro successo che travolgerà l’intero universo. Co-prodotto dal collaboratore di lunga data di Shakira, John Hill è disponibile in download digitale.

“Sono orgogliosa che ‘Waka Waka (This Time For Africa)’ sia stata scelta per entrare a far parte dei Mondiali di Calcio 2010” dice Shakira. “I Mondiali sono un evento che unisce  tutto il Mondo in un’unica passione, senza distinzione di Paese, razza, religione o stato sociale. Rappresentano un evento che ha il potere di unire le persone e questo è esattamente il contenuto della canzone.”  Continua Shakira: “La musica Africana è una fonte di ispirazione e presto entrerà a far parte della cultura pop mondiale. Sono orgogliosa di aver avuto l’opportunità di lavorare con uno dei gruppi più acclamati in Sudafrica, i Freshlyground.”

Per ascoltare e scaricare il video clicca sulla foto di Shakira

Waka Waka ( This Time For Africa)  testo

You’re a good soldier
Choosing your battles
Pick yourself up
And dust yourself off
Get back in the saddle
You’re on the front line
Everyone’s watching
You know it’s serious
We’re getting closer
This isn’t over

The pressure’s on; you feel it
But you got it all; believe it
When you fall, get up, oh oh
And if you fall, get up, eh eh
Tsamina mina zangalewa
Cause this is Africa
Tsamina mina eh eh
Waka waka eh eh
Tsamina mina zangalewa
This time for Africa

Listen to your god; this is our motto
Your time to shine
Don’t wait in line
Y vamos por todo
People are raising their expectations
Go on and feel it
This is your moment
No hesitation

Today’s your day
I feel it
You paved the way,
Believe it
If you get down
Get up oh, oh
When you get down,
Get up eh, eh

Tsamina mina zangalewa
This time for Africa
Tsamina mina eh eh
Waka waka eh eh
Tsamina mina zangalewa
Anawa aa
Tsamina mina eh eh
Waka waka eh eh
Tsamina mina zangalewa
This time for Africa

Annunci

Loredana Bertè:Sono senza soldi,voglio andare al Grande Fratello.(E mettiti in fila!)

loredana-berteLoredana Bertè lancia un appello alla Endemol (Tv sorrisi & cazoni in edicola da ieri) e ad Alessia Marcuzzi per far si che la facciano entrare nel cast della prossima edizione del G.F. La cantante dice di essere rimasta senza soldi e che deve guadagnare per poter cambiare casa!

Vista la voce che si ritrova, non dovrebbe poi essere così difficile trovare un lavoro nei mercati rionali, “pesce pesce frescoooo”! e magari oltre a questo un bel lavoretto part-time nella brutta stagione, “il mare d’inverno..pulisco la spiaggia ed è un inferno!” (ops, ovviamente aggregandosi allo staff dell’Isola dei Famosi? mica male l’idea).

Cara, la nostra Loredana nazionale, per il prossimo G.F non ti rimane che metterti in fila..

Michael Jackson:La Toya ordina di spostare la bara nello scantinato del cimitero di Forest Lawn

Il feretro di Michael Jackson e’ stato trasportato nel corso del fine settimana nello scantinato del cimitero di Forest Lawn per motivi di sicurezza. Lo scrive il Sun, spiegando che la bara, inizialmente posta all’interno della cripta privata di Berry Gordy, fondatore della Motown, e’ stata rimossa dopo che i fan avevano cominciato a radunarsi all’interno del cimitero monumentale che sorge sulle colline di Hollywood nel tentativo di osservarla da vicino. Secondo le fonti del quotidiano, e’ stata la sorella LaToya ad ordinare lo spostamento.

Michael Jackson:Dettaglio macabro;sarà sepolto senza cervello

Dai giornali inglesi arrivano, dettagli quantomeno macabri sulla sepoltura. The Mirror sostiene che Michael Jackson sarà sepolto senza cervello. Sull’organo, infatti, devono essere ancora ultimati tutti gli accertamenti autoptici e l’unica alternativa sarebbe stato rimandare di tre settimane il funerale.

Fonte:Sky.it

Michael Jackson: I biglietti per la commemorazione in vendita su Ebay,600$ la richiesta più alta

Michael Jackson sarà sepolto a Los Angeles nel corso di funerali privatissimi, riservati solo alla famiglia. Per ricordare il Re del Pop è stata organizzata, negli stessi luoghi in cui provava lo show per la nuova tournè, una commemorazione pubblica aperta a tutti.Per assistere all’evento sono arrivate oltre un milione di richieste, ma, date le dimensioni del luogo, solo poco più di 17.000 persone sono state accontentate. Diversi tra coloro che hanno ottenuto l’invito, però, lo hanno subito messo in vendita su EBay. Nel corso della mattinata ha fatto la sua comparsa una richiesta di 20.000 dollari per un invito, offerta poi scomparsa, e al momento la richiesta più alta si ferma ad una base d’asta di 600 dollari

Intanto sembra andare verso una schiarita la complicata vicenza giudiziaria legata all’eredità del Re del Pop. Oggi si svolgerà un’udienza davanti al giudice Mitchell Beckloff, nella  quale si potrebbe determinare chi, tra i suoi esecutori testamentari e i suoi genitori, ha il potere sui beni di Jackson. Uno dei fratelli di Michael, Jermaine, ha dichiarato, a proposito, che “se Michael ha voluto un testamento, nessuno  dovrebbe contestarlo”. Il testamento prevede che i tre figli del cantante siano affidati alla loro nonna, Kathrine Jackson e, in seconda battuta, a Diana Ross, mentre tutti i suoi beni dovrebbero confluire in un fondo, il Michael Jackson Family Trust, del quale fanno parte Kathrine Jackson, i tre figli del cantante e alcuni istituti di beneficenza.

Fonte: Sky.it

The Bastard Sons of Dioniso:Il libro tributo

Da oggi in libreria il libro dedicato al trio-fenomeno del giovane rock nazionale,The Bastard Sons of Dioniso – Michele,Federico,e Jacopo: tre ragazzi nel nome della musica, scritto da Katja Casagranda per le edizioni Curcu & Genovese ( 156 pagine,15€ ) Vincitori morali del programma X-Factor, i tre ragazzi trentini spopolano ormai da mesi su iTunes piazzando in pochi giorni il loro Ep ai vertici delle classifiche dei dischi più venduti in Italia.Chi sono dunque i The Bastard Sons of Dioniso?Qual’è la chiave del loro sucesso?In questo libro si ripercorre la storia della band dalle origini, scoprendo chi sono Michele Broseghini, Federico Sassudelli e Michele Vicentini.Dalla biografia dei ragazzi al live in Trentino, dai casting di X-Factor e l’analisi di tutti i retroscena del programma e dei concerti.In centocinquanta pagine, tutto ma proprio tutto sui The Bastard Sons of Dioniso.Tre ragazzi nel nome della musica.<< Ci sembra un bel libro , fatto bene  e con cura. Sappiamo che qualcuno davanti ad un libro così storcerà la bocca, ma la cosa non ci preoccupa>> ha dichiarato Jacopo Broseghini dopo aver visto in anteprima le bozze del lavoro.Una << biografia di tre” enfants du pays”, dei figli del “vicino della porta accanto” approdati a Milano una mattina perchè avevano preso la partecipazione ai provini per X-Factor come gioco.Tanto poi dovevamo passare all’Ikea per certi acquisti (scrive Alberto Folgheraiter nella prefazione). E uno di loro, il “cucciolo”, non aveva mai visto Milano di persona.E’ la storia pulita di tre ragazzi acqua e sapone i quali sanno ancora stupirsi per ciò che accade loro,da qualche mese in qua >>. A chiudere il libro, che non risparmia che arditi paragoni fra i tre nostrani valsuganotti e di ben altro (alto) lignaggio, come i Led Zeppelin, un intervento dell’assessore provinciale alla cultura Franco Panizza.<< Hanno tenuto incollato alla tv anche uno come me che di solito non è capace di stare fermo a lungo.E a un certo punto ho deciso di andare a Milano apposta per incontrarli, per capire cos’era questo fenomeno Bastard Sons of Dioniso e anche ciò che ci stava dietro, la macchina organizzativa di X-Factor, una trasmissione nata un pò in sordina e rivelatasi poi una delle più seguite degli ultimi anni.Strada facendo ho visto che tante altre persone, davvero di ogni età, si sono appassionate alla band.Persone che magari ascoltavano la musica bandistica o le nostre corali e che di rock sanno poco o nulla >>. Il libro è in vendita in tutte le librerie e le edicole del Triveneto e Lombardia.

bastard-sons-of-dioniso

Michael Jackson: Non era il padre biologico dei suoi figli

La morte di Michael Jackson comporta interessi milionari. Per questo a cinque giorni dalla sua morte cominciano a circolare negli Usa le indiscrezioni e le rivelazioni più clamorose. Due su tutte: i suoi tre figli non erano né suoi, né di colei che fino ad oggi era considerata la loro mamma, l’infermiera-dermatologa Debbie Rowe; nel testamento Jackson non avrebbe mai fatto il nome del padre, lasciando invece tutto a mamma Katherine, ai figli e ad associazioni di beneficenza. Solo che di testamenti ce ne sono più di uno.

E’ questo il quadro che emerge oggi da Los Angeles, in attesa che vengano resi noti i risultati delle due autopsie, una ufficiale e una privata, eseguite sul corpo del cantante. Il quale, contrariamente a quanto pubblicato dai tabloid londinesi, non era né emaciato né calvo, come dimostrano le ultime foto scattate due giorni prima che morisse, durante le prove dello spettacolo che avrebbe dovuto debuttare a Londra. Jackson appare sì magro, ma in buona salute, sorridente, felice di essere su un palco a ballare e a cantare.

Figli – Michael Jackson non sarebbe il padre biologico dei suoi tre bambini. Citando fonti “profondamente collegate con la nascita dei bambini”, il sito TMZ riferisce che Jackson non fu il vero donatore dello sperma con cui i bimbi vennero concepiti, e non furono gli ovuli di Deborah Rowe quelli utilizzati per il concepimento, ma altri di una “madre in affitto” di cui non è mai stata rivelata l’identità. Il sito riporta anche che tutti e tre i figli di Jackson sono stati concepiti in vitro. Fino ad oggi era dato per assodato che Jackson avesse avuto i suoi primi due figli, Prince Michael, 12 anni, e Paris Michael Katherine, 11 anni, da Deborah Rowe, l’infermiera-dermatologa sposata nel 1996 e dalla quale si era separato nel 1999. Nel 2002 era poi nato Prince Michael II, 7 anni, soprannominato Blanket. Jackson aveva reso noto di avere preso una “madre in affitto” alla quale aveva dato il suo sperma per farlo nascere. Ora pare che anche questa versione non corrisponda più a verità.

Secondo TMZ
, tre giorni dopo la sua nascita un avvocato di Jackson si presentò in ospedale e prelevò il bambino, per poi consegnarlo a Michael. Non è da escludere che queste ‘rivelazioni” siano a mettere in relazione con la battaglia per l’eredità.

Testamenti – Il Wall Street Journal riporta oggi che la versione più recente delle ultime volontà di Jackson sarebbe un documento datato 2002. In base a quel documento, Jackson lascia il suo patrimonio, stimato approssimativamente in un miliardo di dollari, a mamma Katherine, ai tre figli e a una più associazioni benefiche. Niente al padre. Stando a quando pubblicato da altri media, vi sarebbe però in circolazione “almeno” un’altra versione delle ultime volontà di Jackson, mentre i genitori del cantante avrebbero già presentato una denuncia in tribunale per dichiarare che il figlio è morto senza lasciare loro alcun testamento. Una copia del documento è certamente in possesso di un ex legale del cantante, John Branca. Anzi, sarebbe stato lui stesso a redigere l’originale firmato da Jackson nel 2002, nel quale si nominano esecutori testamentari lo stesso John Branca e uno dei manager musicali di Jackson, John McClain, molto amico del cantante.

Il Wall Street Journal riporta che Branca era stato l’avvocato di Jackson per oltre vent’anni, dal 1980 al 2006. Ma lo aveva lasciato tre anni fa, per poi essere assunto di nuovo da Jackson una settimana prima della sua morte. L’unico dato certo, per ora, è l’affidamento temporaneo dei bambini a nonna Katherine. Il nonno, Joseph, ha dichiarato che quella di Los Angeles è la loro casa. Peccato però che lui da almeno dieci anni viva a Las Vegas.

mj