Feeds:
Articoli
Commenti

A partire dal 1 gennaio di quest’anno le pubblicazioni effettuate su carta non hanno più valore legale. Il che vale anche per le tradizionali pubblicazioni di matrimonio che, se affisse su foglio di carta fuori dal Comune, sono a rischio di nullità. E’ infatti entrato in vigore l’art. 32 della Legge n. 69/2009, che reca disposizioni finalizzate all’eliminazione degli sprechi.

Grazie a questa rivoluzione digitale spariscono così sottolinea una nota del ministero per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione fogli e foglietti affissi da decenni con le ‘puntine’ su migliaia di Albi pretori. Le amministrazioni pubbliche sono infatti obbligate a pubblicare sul proprio sito Internet (o su quello di altre amministrazioni affini o associazioni) tutte le notizie e gli atti amministrativi che necessitano di pubblicità legale: bandi di concorso, permessi di costruzione, delibere del Consiglio e della Giunta comunale, elenco dei beneficiari di provvidenze economiche. Anche le pubblicazioni di matrimonio devono quindi comparire esclusivamente su Internet. In caso di inosservanza, ai sensi dell’art. 99 del Codice civile la cerimonia, ribadisce il ministero non potrà essere celebrata. E qualora questa avvenga lo stesso, il matrimonio non sarà nullo né annullabile ma a carico degli sposi e dell’ufficiale di stato civile potrà essere comminata una sanzione amministrativa che va da 41 a 206 euro. Per quanto riguarda i bandi di gara (procedure a evidenza pubblica) e i bilanci, lo switch-off completo al digitale e’ invece stabilito al 1 gennaio 2013.Nel frattempo la pubblicazione online di questi atti accompagnerà quella cartacea secondo modalità operative che verranno definite nei prossimi giorni con un decreto del Presidente del Consiglio, su proposta del ministro Brunetta e di concerto con il ministro Matteoli (nelle materie di propria competenza).A partire dal 1 gennaio 2013 gli obblighi di pubblicità legale saranno pertanto assolti esclusivamente mediante la pubblicazione online sul sito istituzionale mentre la tradizionale pubblicità sui quotidiani sarà solo facoltativa e nei limiti degli ordinari stanziamenti di bilancio.

IGN

1) Tieni sempre conto del fatto che un grande amore e dei grande risultati comportano un grande rischio.

Pronta a rischiare

2) Quando perdi, non perdere la lezione.

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum

3) Segui sempre le tre “R”: Rispetto per te stesso, Rispetto per gli altri, Responsabilità per le tue azioni

Ragionevole

4) Ricorda che non ottenere quel che si vuole può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna.

Se è il desiderio di un istante sono d’accordo

5) Impara le regole, affinchè tu possa infrangerle in modo appropriato.

Le regole sono fatte per essere infrante, altrimenti sarebbe tutto statico e non ne nascerebbero di nuove.

6) Non permettere che una piccola disputa danneggi una grande amicizia.

Se si danneggia, l’amicizia non era poi così grande.

7) Quando ti accorgi di aver commesso un errore, fai immediatamente qualcosa per correggerlo.

Pare ovvio

8)Trascorri un pò di tempo da solo ogni giorno

Aggiungo; e permetti agl’altri di fare lo stesso.

9) Apri le braccia al cambiamento, ma non lasciar andare i tuoi valori.

Non sempre i cambiamenti vanno di pari passo con il non calpestare i valori, o con il non ferire! Non per nulla si dice che la parte più difficile di un viaggio sia aprire la porta!

10) Ricorda che talvolta il silenzio è la migliore risposta.

Solo se si sa ascoltare il silenzio.

11) Vivi una buona, onorevole vita, di modo che, quando ci ripenserai da vecchio, potrai godertela una seconda volta.

Se ne riparlerà tra un po’ di anni.

12) Un’atmosfera amorevole nella tua casa deve essere il fondamento della tua vita.

Opto per l’armonia, ora è più confacente.

13) Quando ti trovi in disaccordo con le persone a te care, affronta soltanto il problema attuale, senza tirare in ballo il passato.

Alcune ferite non si cicatrizzeranno mai, ma vedo inutile rinfacciare.

14) Condividi la tua conoscenza. E’ un modo di raggiungere l’immortalità.

Magari averne! Ad ogni modo è sempre troppo poca.

15) Sii gentile con la Terra.

Dame en pom

16) Almeno una volta l’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima.

Ci sta, ho ancora milioni di sassolini da calpestare.

17) Ricorda che il miglior rapporto è quello in cui ci si ama di più di quanto si abbia bisogno l’uno dell’altro.

Pecco di “vanità” se dico che lo so? O sarà perchè amo veramente?

18) Giudica il tuo successo in relazione a ciò a cui hai dovuto rinunciare per ottenerlo.

Allora son V.I.P

(Dalai Lama)

(Nikita Niky)

E’ tutto un attimo

Ti cerco,

ti trovo,

arrivi mi prendi,

mi baci e non scappi,

osservo, ti sento, ti guardo e

ti amo!

E’un attimo,

è vita,

è calore,

è armonia,

è magia,

è un estasiante melodia!

Carpe Diem

Sii felice ora

Non aspettare di finire l’università,
di innamorarti,
di trovare lavoro,
di sposarti,
di avere figli,
di vederli sistemati,
di perdere quei dieci chili,
che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina,
la primavera,
l’estate,
l’autunno o l’inverno.

Non c’è momento migliore di questo per essere felice.
La felicità è un percorso, non una destinazione.
Lavora come se non avessi bisogno di denaro,
ama come se non ti avessero mai ferito
e balla, come se non ti vedesse nessuno.
Ricordati che la pelle avvizzisce,
i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni.
Ma l’importante non cambia:
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela.
Dietro ogni traguardo c’è una nuova partenza.
Dietro ogni risultato c’è un’altra sfida.
Finché sei vivo, sentiti vivo.

Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.

(Madre Teresa di Calcutta)

Affari d’oro per le fabbriche di Yiwu (Cina), la copia dell’anello con zaffiro e diamanti (valore stimato in 30 mila sterline), regalato dal Principe William Kate Middleton come pegno d’amore, sta andando a ruba. I fabbricanti cinesi sono inoltre bene attenti a riprodurre l’anello con piccole modifiche nella misura o nel disegno, in modo da non violare il copyright. Così, se l’originale ha 14 brillanti, basta montarne un numero diverso. E, con poco meno di 6 euro, puoi sentirti un po’ Principessa di Galles.


E’ l’argentino Leo Messi il vincitore, a sorpresa, del Pallone d’Oro Fifa 2010. Ha battuto i compagni di squadra nel Barcellona Xavi ed Iniesta.

Mourinho ha vinto il premio di miglior allenatore del 2010 assegnato dalla Fifa nel corso della cerimonia del Pallone d’Oro. Il portoghese, che prima di salire sul palco e’ andato ad abbracciare i suoi ex giocatori dell’Inter presenti in sala.

Lionel Messi is again the master of the world’s soccer players.
It is a mighty claim for a little fellow. But he deserved to receive the FIFA Ballon d’Or, the recognition as player of the year, in Zurich on Monday night.
This was the second straight year that Messi was so acclaimed and the third time that one club had provided the top three players in the world poll. Runners-up to Messi were Xavi Hernández and Andrés Iniesta, his teammates at F.C. Barcelona.

Mourinho has won the award for best coach of 2010
awarded by FIFA during the ceremony Ballon d’Or. The Portuguese, who before going on stage and went to embrace his former F.C Inter players.

Lo chiamavi amore,

ma è stata solo una bozza,

idee disegnate su carta straccia e gettata nel cestino.

A perfect person, doesn’t smoke, doesn’t never depressed, doesn’t never angry, doesn’t never cry, doesn’t never fails, doesn’t never wrong, doesn’t never lose… and
doesn’t exist..

Le persone perfette, non fumano, non sono mai depresse, non sono mai arrabbiate, non piangono mai, non falliscono mai, non sbagliano mai, non perdono mai.. e non esistono..

 

“No a qualsiasi tipo di violenza, no alla prevaricazione!”


“No to any kind of violence, no to abuse!”

Caro papà

Presagendo er peggio, apre a lettera e legge quanto segue: “Caro papà, me dispiace molto dovette di che me ne so’ andata col mio nuovo ragazzo. Ho trovato er vero amore e lui, dovresti vedello, è così carino co’ tutti i suoi tatuaggi, er piercing e quella sua grossa moto così veloce. Ma non è tutto papà : finalmente so’ incinta. Abdul dice che staremo benissimo nella sua roulotte in mezzo ai boschi. Lui vole ave’ tanti bambini e questo è anche er sogno mio. E dato che ho scoperto che la marijuana nun fa male, noi a coltiveremo anche per i nostri amici, per quando nun avranno più a cocaina e l’ecstasy de cui hanno tanto bisogno. Nel frattempo, spero che a scienza trovi na’ cura per l’AIDS, così Abdul potrà sta’ un po’ meglio: è così buono e se lo merita! Papà, nun preoccupatte, ho già 15 anni, so bada’ a me stessa. Inoltre Abdul, forte dei suoi 44 anni di età, me segue e me consiglia ar meglio nelle scelte, come quella de convertimme all’islam. Spero de veni’ a trovatte presto, così potrai conosce’ i tuoi nipotini.” A tua adorata bambina.PS: Tutte cazzate, papà !! Sto dai vicini. Volevo solo ditte che nella vita ce so’ cose peggiori della pagella che tho lasciato sur comodino !!

Di: IO VIVO A ROMA

Time

Il tempo non fa promesse,
regala sporadicamente e improvvisamente
opportunità che solo gli audaci sanno cogliere.

E se te rode

Fatti un giro sullo scivolo!

 

Ok son buona, ti metto a disposizione i cerotti per le varie escoriazioni !

Ah, commenti aperti! Fuck you my friend ahah

Sognare non ha prezzo

Visto che la fortuna bacia chi è sfortunato in amore, vedo alquanto improbabile realizzare alcuni sogni, ma questo non mi (ci) vieta di lasciar spazio ad un pizzico di irrazionalità e poi, mai dire mai!

Detto questo, passiamo dalle parole alle immagini.

 

La cucina;  linee semplici ma decise.

La sala; stile lineare, ma elegante,con un ampio spazio relax e punti luce studiati sia per l’arredo che per vivere al meglio questo spazio

Il bagno; lo stile e i colori vagamente retro’, spazi divisi,  perchè l’uomo non ha ancora capito a cosa servono quella marea di oggetti, oggettini che una donna tiene in bagno! Si, mi piace

La camera da letto; qui non si vede l’ampio e indispensabile guardaroba, il letto con base rotonda mi ispira proprio perchè è la base stessa a dare un tocco chic alla stanza, ma il materasso rettangolare posto sopra rende giustizia al riposo e di certo non si corre il rischio di cadere.

Bene, ora non mi resta che sperare in una vincitina al superenalotto e qui chiamo in causa la Dea Bendata.

Al prossimo sogno!

We Can Fly

We know how to fly aloft, more and more aloft.

 

You are…

A past that never past, and a present that looks to the future!



Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita Ti voglio nella mia vita!!

Do you understand?

Ecco perchè i conti non tornano mai!

“Sono innocente, aiutatemi!” Sono queste le urla che provengono dalla cella di Sabrina Misseri, dove è rinchiusa da venerdi sera. La ragazza sospettata di concorso in omicidio e sequestro di persona, grida che vuole uscire e accusa il padre di essere un bugiardo.E per impedire che si faccia del male, è stata rafforzata la vigilanza.

Si è concluso poco dopo le 22.30 l’interrogatorio della cugina di Sarah Scazzi. La ragazza è in stato di fermo provvisorio per omicidio e sequestro di persona. Al centro ci sarebbero state le contraddizioni tra la confessione di Michele Misseri e le testimonianze della figlia e della sua amica Mariangela. Un comunicato della procura di Taranto al termine dell’interrogatorio nella caserma dei carabinieri di Manduria. L’avvocato della famiglia: la ragazza ha negato tutto.

Taranto -Da oggi la cugina di Sara sarebbe indagata per occultamento di cadavere. Sabrina è sempre stata al centro della vicenda di Sara, in quanto sarebbe stata l’ultima ad aver avuto contatti con la cugina.

Ansa- Sabrina avrebbe telefonato poco fa a casa sua dalla caserma di Manduria dei carabinieri, dove si trova tuttora, e avrebbe detto ai suoi famigliari di non aver visto il padre, Michele Misseri, che pure era rimasto per qualche ora nella stessa caserma.In caserma c’è anche lo zio reo confesso. Non e’ escluso che gli inquirenti decidano di mettere a confronto padre e figlia.

Ad incastrare Sabrina sarebbero state alcune microspie piazzate nella sua casa: “Se l’è portata lui…”, avrebbe detto lei che però pubblicamente ha sempre scaricato tutte le responsabilità: “Mio padre ha preso in giro tutta l’Italia. Noi non avevamo alcun sospetto… Mio padre deve pagare per quello che ha fatto”. Dall’intercettazione ambientale sono partiti questa mattina i sopralluoghi e le perquisizioni a casa Misseri che hanno portato al nuovo interrogatorio, questa volta alla presenza dei legali.

Questa è l’Italia solidale? E’ del cazzo condividere e scrivere link di cordoglio, quando si vive nel più totale menefreghismo del prossimo!! ps:notate quanta gente è passata e quanti di questi si son fermati a soccorrere questa donna. Popolo di codardi!

Tutti vogliono volare,
ma quanti sono disposti
a rischiare di farsi male, cadere,
ricominciare tanti si accontentano
solo di camminare, ma tarpando le ali al cuore che cosa si vive a fare?….

Il corpo di Sarah è stao gettato dallo zio in un pozzo poco profondo, ma pieno d’acqua in oltre il cadavere sarebbe coperto da massi che rendono appunto difficoltoso il recupero.Un lungo interrogatorio durato 16 ore, ha fatto si che lo zio confessasse il delitto. Sarah quel giorno raggiunse la casa degli zii, varcò il cancello e fu trascintata nel garage dove il suo omicida l’ha strangolata. Alcune indiscrezioni parlerebbero di una tentata violenza sessuale alla quale la giovanissima si sarebbe ribellata, ma sarà  poi l’autopsia a fare chiarezza su questa triste vicenda.

A strangolarla sarebbe stato lo zio Michele Misseri. In questi minuti i carabinieri hanno recuperato,dopo circa due ore di ricerche, il corpo nelle campagne tra Avetrana e Nardò, proprio dove è stato trovato giorni fa il cellulare della ragazza. Michele Misseri avrebbe confessato nel corso di un interrogatorio durato diverse ore.

Fonte:Il Quotidiano di Puglia

Si sta cercando il cadevere della ragazzina scomparsa lo scorso 26 agosto. A confessare l’omicidio, lo zio Michele Misseri, lo stesso che aveva “ritrovato” il cellulare. Ad aiutare gli inquirenti un’intercettazione ambientale. L’ultimo aggiornamento parla di due fermi giudiziari, non si è ancora a conoscenza dei nomi. Presumibilmente oltre allo zio, il secondo fermo potrebbe riguardare un altro parente stretto di Sarah.

 Fonte-Adnkronos -

“Mi viene da ridere per le cose che leggo! Sabato diro’ tutto in un programma del Tg di Enrico Mentana, l’unico giornalista che mi permette di dire la verita’, che e’ molto diversa da quella che aveve letto in questi giorni”. Fabrizio Corona, raggiunto al telefono dall’ADNKRONOS, si prepara al contrattacco dopo la pubblicazione delle dichiarazioni rese da Lele Mora ai magistrati su una relazione sessuale tra i due. Corona dovrebbe essere ospite della puntata di sabato del programma ‘In Onda’.

La dichiarazione di Nina  rilasciata al settimanale “Chi”

Avrei preferito che Fabrizio fosse veramente gay. Un gay dichiarato senza problemi interiori, problemi irrisolti. Avrà sicuramente usato Lele altrimenti mica glieli dava due milioni di euro! Mora non è stupido, ma è stato ingannato, raggirato, anzi illuso. Proprio come me. Ora Lele sta bene. Si è tolto un peso. Ripeto non è uno stupido e adesso può camminare a testa alta.

Il triangolo Mora, Corona, Moric sta assumendo le sembianze di una soap, chissà se prossimamente vestiranno i panni di Eric, Ridge e Brooke , insomma la Famiglia Forester dei poveri!

Certo è che; To be continued…

Perchè al nord, S.P.Q.R sta per: So Parlare Quando Ragiono!

Update-“Qualche “entrata con parole chiavi :Significato di S.P.Q.R

E io vi rendo dotti

E’ un acronimo, ovvero una parola formata con lettere finali o iniziali di altre parole. Dal latino; Senatus Populusque Romanus ” Il Senato e il Popolo Romano”. Racchiude le due figure che rappresentano la Repubblica Romana, il Senato e il Popolo ( Patrizi e Plebei)

 

Fabrizio Corona “aveva una relazione con me” e gli “ho comprato otto autovetture a partire da una Audi cabriolet per arrivare alla Bentley Continental. Anche l’appartamento in via De Cristoforis a Milano gliel’ho comprato io. O meglio, ho rifornito Corona di circa 1 milione 500mila euro in contanti che doveva utilizzare per l’acquisto dell’appartamento”. Sono le rivelazioni di Lele Mora contenute in un interrogatorio del 13 ottobre 2009, nell’ambito dell’inchiesta chiusa dai pm Egenio Fusco e Massimilano Carducci nei confronti di otto persone, tra le quali Corona e Mora, indagate a vario titolo per i reati di emissione di fatture false, dichiarazione fraudolenta mediante utilizzo di fatture false, omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, bancarotta fraudolenta e riciclaggio.

Altro che Belem, belem pigliarlo nel culo! Ma che cula!

Se dico Se non dico E’

Essendo una persona pensante e che non ha certezze, mi capita talvòlta di usare nelle mie conversazioni la congiunzione “Se”, mi raccomando non fate confusione con il “Sè”, ovvero il pronome personale riflessivo di III^ persona singolare e plurale. Detto questo, andiamo a vedere, portando degli esempi di frasi di senso compiuto, l’uso di questa congiunzione.
– Se riesco passo a prenderti, altrimenti ci vediamo la (Non ho la certezza di riuscire a passare, preparati ad arrangiarti)
– Se domani piove, portati l’ombrello (Non sono Giugliacci, il mio è solo un consiglio)
– Se domenica sarà una giornata soleggiata, ti porterò al mare. (Altrimenti passerai l’ennesimo fine settimana a casa)
– Se telefonando potessi dirti addio (Palese, non avrei il coraggio di guardarti negl’occhi, o Vodafone si è mangiata tutto il credito)
– Se tu capissi al volo quello che ti sto dicendo, non scriverei sta marea di cazzate! ( L’Itagliano non è una malattia e se non lo sai sallo!)

Se me nona la gavesa le rode la saria en caret- Se mia nonna avesse le ruote sarebbe un carretto :P

Milano 21 Settembre- Ore 13

E’ arrivata ora la triste notizia della scomparsa dell’attrice Sandra Mondaini, ricoverata da una decina di giorni presso l’ospedale S.Raffaele di Milano. Ad aggravare la sua già precaria salute, la scomparsa dell’amatissimo compagno di vita Raimondo Vianello avvenuta lo scorso Aprile, che l’ ha gettata nel più totale sconforto e depressione dal quale non si era più ripresa.

Update 22 Settembre

La camera ardente sarà allestita negli studi televisivi Mediaset a Cologno Monzese dalle 16 alle 20, mentre i funerali si svolgeranno domani alle 11 nella parrocchia di ‘Dio Padre’ di Milano 2.

Ancora abbracciati e questa volta sarà per l’eternità

Amami così..

Amami per quella che sono.
Amami quando sorrido e quando piango,
ama la mia follia, ama l’improvvisa malinconia.
Ama la mia fragilità e la mia forza interiore.
Ama l’innocente bambina che c’è in me.
Ama il mio corpo con passione e tenerezza.
Prenditi cura del mio cuore, come faccio io con te..
perchè è di te che vivo.

Blog in vacanza

E’ ora di ritemprare le membra, da oggi fino a settembre non aggiornerò più il blog, tranne  che per eventuali avvenimenti, scoop o accadimenti di notevole importanza.Vi ricordo che potrete comunque lasciare i vostri commenti nei post aperti, o utilizzare l’email che trovate nella sidebar per varie ed eventuali.

Buone ferie a chi va e buon lavoro a chi sta.

Nikita

‘O guerriero non ce l’ha fatta a vincere la sua battaglia più importante. Precipitato nella tarda mattinata di ieri dopo un lancio con il paracadute a Terni, Pietro Taricone, 35 anni, è morto nel cuore della notte nell’ospedale della città umbra dove i medici avevano cercato in tutti i modi di salvargli la vita con una lunghissima operazione durata oltre nove ore. Troppo gravi lesioni interne riportate. Alla testa, all’addome e agli arti inferiori, accompagnate da emorragie definite “importanti” dai medici. Per ore equipe di chirurgia generale e vascolare hanno lavorato in sala operatoria supportati da molti altri specialisti.

L’intervento, cominciato ieri pomeriggio verso le 15, si era protratto ben oltre la mezzanotte. Poi Taricone è stato condotto nel reparto di rianimazione, dove però è morto verso le 2:30 a causa di improvvise complicazioni. Senza che avesse mai ripreso conoscenza dopo l’incidente. Eppure quello di ieri a Terni doveva essere per Taricone un lancio con il paracadute come tanti altri ne aveva già fatti in passato, ma per la star della prima edizione del ‘Grande Fratello’ qualcosa è andato storto. Cosa sia successo esattamente lo dovrà stabilire l’indagine svolta dalla polizia. Dalle testimonianze già raccolte dagli investigatori è emerso che il paracadute di Taricone si é aperto regolarmente dopo un lancio da 1.500-2.000 metri di altezza. Poi, però, un colpo di vento o una manovra errata nelle ultime fasi del volo lo hanno fatto finire a terra a una velocità ben superiore a quella prevista.

Proprio l’ipotesi di un errore nelle operazioni di frenata è quella maggiormente presa in considerazione dagli investigatori della questura di Terni. Taricone, paracadutista definito “esperto” da chi lo conosce, con alle spalle centinaia di lanci, potrebbe averla ritardata eccessivamente, finendo a terra con violenza praticamente davanti agli occhi della compagna, l’attrice Kasia Smuntiak, che si era lanciata dopo di lui. E sembra che con la coppia si trovasse a Terni anche la loro figlia di sei anni, Sophie. ‘O guerriero’ è da tempo un habitué dell’aviosuperficie umbra che frequentava da circa un anno e mezzo e dove si era più volte lanciato con la scuola di paracadutismo ‘Gordio’. Al presidente della società che gestisce l’area, Sergio Sbarzella, aveva confidato nei mesi scorsi che per lui il paracadutismo non era “solo uno sport, ma un’attività che forma l’equilibrio psico-fisico della persona”.

Ieri Taricone aveva raggiunto Terni per partecipare a un corso sulla sicurezza in volo di livello intermedio. Due ore di teoria poi un primo salto senza problemi. Quindi di nuovo in quota con un aereo Cesna caravan turbo elica insieme ad altri sette compagni tra i quali la moglie, che a sua volta, nei mesi scorsi, aveva avuto un incidente, sempre con il paracadute, uscendo però indenne. Taricone ha saltato per primo e – ha spiegato uno degli appartenenti alla scuola Gordio – a circa mille e 200 metri si é regolarmente aperto il paracadute ad ala. A un centinaio di metri da terra l’attore doveva cominciare le operazioni per rallentare la velocità in vista dall’atterraggio che invece – ha riferito ancora chi ha assistito a quanto successo – sono state messe in atto solo a 20 metri dal suolo. Perché sia successo lo chiarirà l’inchiesta in corso. Taricone è comunque finito a terra con violenza.

E’ stato subito soccorso sul posto da un’ambulanza del 118 e il personale a bordo lo ha rianimato dopo un arresto cardiaco. Senza che riprendesse mai conoscenza, l’ex concorrente del Grande fratello é stato trasportato in ospedale scortato anche da una pattuglia della polizia che ha fatto da staffetta al mezzo di soccorso. La situazione è apparsa subito gravissima ai medici. Taricone aveva infatti riportato diverse fratture, traumi al cranio, al volto e al bacino. I sanitari avevano anche riscontrato un’emorragia alla testa e all’addome. E’ stato quindi immediatamente operato. Poi, la morte. All’ospedale si è subito recata la compagna di Taricone, presto raggiunta dai parenti più stretti. Tutti chiusi nel più stretto silenzio. Con loro anche il sindaco ternano Leopoldo Di Girolamo, i responsabili della scuola di paracadutismo e quello dell’aviosuperficie, dove nei mesi scorsi, in diversi incidenti, erano morti altri due paracadutisti. La speranza di tutti era che Taricone riuscisse a riprendersi. E invece questa volta ‘O guerriero non ce l’ha fatta a vincere la sua battaglia più importante.

SALMA DELL’ATTORE IN ISTITUTO MEDICINA LEGALE TERNI - E’ stata portata all’istituto di medicina legale dell’ospedale di Terni e messa a disposizione della magistratura la salma dell’attore Pietro Taricone, morto la notte scorsa per le conseguenze di una caduta dopo il lancio con il paracadute. Sarà quindi ora l’autorità giudiziaria a decidere se disporre l’autopsia. Il direttore sanitario dell’ospedale di Terni, Leonardo Bartolucci ha parlato di uno “stato di choc protrattosi per tutto il tempo” e che poi ha portato alla morte dopo un lunghissimo intervento chirurgico. Lo stesso medico ha ribadito che Taricone non ha mai ripreso conoscenza, così come sempre praticamente assente è stata la pressione arteriosa.

Taricone è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Terni dove viene sottoposto a intervento chirurgico. L’attore secondo quanto si è appreso da fonti sanitarie,  ha riportato numerosi lesioni in diverse parti del corpo e una emorragia interna. Quando è arrivato al pronto soccorso non sarebbe stato cosciente. In ospedale si trova attualmente la moglie, il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo e il presidente dell’aviosuperficie dove oggi Taricone si è lanciato.

Fonte: Ansa

 Il fenomeno, chiamato “sexsonnia”, avviene quando una persona si trova in uno stato di semi-eccitazione sessuale durante il sonno senza essere cosciente di quello che fa. Riconosciuto come un tipo di disturbo dalla International Classification of Sleep Disorders, questa attività può avvenire anche in persone affette da sonnambulismo, ovvero che camminano dormendo. Gli autori della ricerca non chiariscono in che modo si possa fare sesso non solo mentre si dorme, ma anche mentre si dorme e si cammina.

Se l’ho fatto non lo volevo fare, soprattutto mentre camminavo!

Il brano cantato, scritto e co-prodotto da Shakira “Waka Waka (This Time For Africa)”, sarà la Canzone Ufficiale dei Mondiali di Calcio 2010 che si svolgeranno tra  giugno e luglio in Sudafrica

Da oggi 15 maggio questo singolo si potrà ascoltare in radio. E’ una canzone dal ritmo coinvolgente che unisce strumenti e musicalità afro-colombiani con un crescente ritmo Soca. Un sicuro successo che travolgerà l’intero universo. Co-prodotto dal collaboratore di lunga data di Shakira, John Hill è disponibile in download digitale.

“Sono orgogliosa che ‘Waka Waka (This Time For Africa)’ sia stata scelta per entrare a far parte dei Mondiali di Calcio 2010″ dice Shakira. “I Mondiali sono un evento che unisce  tutto il Mondo in un’unica passione, senza distinzione di Paese, razza, religione o stato sociale. Rappresentano un evento che ha il potere di unire le persone e questo è esattamente il contenuto della canzone.”  Continua Shakira: “La musica Africana è una fonte di ispirazione e presto entrerà a far parte della cultura pop mondiale. Sono orgogliosa di aver avuto l’opportunità di lavorare con uno dei gruppi più acclamati in Sudafrica, i Freshlyground.”

Per ascoltare e scaricare il video clicca sulla foto di Shakira

Waka Waka ( This Time For Africa)  testo

You’re a good soldier
Choosing your battles
Pick yourself up
And dust yourself off
Get back in the saddle
You’re on the front line
Everyone’s watching
You know it’s serious
We’re getting closer
This isn’t over

The pressure’s on; you feel it
But you got it all; believe it
When you fall, get up, oh oh
And if you fall, get up, eh eh
Tsamina mina zangalewa
Cause this is Africa
Tsamina mina eh eh
Waka waka eh eh
Tsamina mina zangalewa
This time for Africa

Listen to your god; this is our motto
Your time to shine
Don’t wait in line
Y vamos por todo
People are raising their expectations
Go on and feel it
This is your moment
No hesitation

Today’s your day
I feel it
You paved the way,
Believe it
If you get down
Get up oh, oh
When you get down,
Get up eh, eh

Tsamina mina zangalewa
This time for Africa
Tsamina mina eh eh
Waka waka eh eh
Tsamina mina zangalewa
Anawa aa
Tsamina mina eh eh
Waka waka eh eh
Tsamina mina zangalewa
This time for Africa

Con calma!

Ecco la prima lista della rosa Azzurra, che partirà per il Sudafrica. Di questi 30, Marcello Lippi ne dovrà scartare 7.  
 

 

 

Portieri: Buffon, De Sanctis, Marchetti, Sirigu.
Difensori: Bocchetti, Bonucci, Cannavaro F., Cassani, Chiellini, Criscito, Grosso, Maggio, Zambrotta.
Centrocampisti: Camoranesi, Candreva, Cossu, De Rossi, Gattuso, Marchisio, Montolivo, Palombo, Pepe, Pirlo.
Attaccanti: Borriello, Di Natale, Gilardino, Iaquinta, Pazzini, Quagliarella, Giuseppe Rossi.

Il C.T  dovrà presentare la lista definitiva entro il 1 giugno.

Senza mezzi termini!

La sinistra va a trans, la destra va a zoccole e l’Italia va a puttane!

Immortali?

E  fuori uno, ora andiamo a cercare

quella stronza della Dea Bendata!

Un gruppo di tifosi giallorossi imitano i blaugrana, stessa tattica usata a Barcellona, clacson, cori e schiamazzi per impedire ai giocatori dell’Inter il riposo prima della partita decisiva di questa sera. Propizio l’intervento delle forze dell’ordine che fanno calmare gli animi accesi.

Polemiche al veleno-Dopo le polemiche lanciate da Rosella Sensi, soprattutto quel “da vergognarsi”pronunciato dopo il match di domenica scorsa tra Lazio-Inter, dove la tifoseria biancoceleste invocava la sconfitta della propria squadra pur di veder perdere lo scudetto alla Roma. Dobbiamo però fare un passo indietro e ricordare il comportamento tenuto dai giocatori romanisti dopo la vittoria del derby, in particolare i pollici versi di capitan Totti. Ci si aspetta quindi che i tifosi laziali si schierino con gli interisti e in questo clima velenoso l’Olimpico viene blindato, 10mila posti vuoti per far da cuscino tra le due tifoserie e  600 steward mobilitati. Sarà una notte calda nella capitale al di là del rusultato.

La festa del 1° maggio è nata per ricordare l’impegno dei sindacati e le mete raggiunte nel campo economico e sociale dai lavoratori.

Vista la crisi che continua a imperversare, la sempre maggior disoccupazione e la precarietà, l’unica cosa che verrebbe da festeggiare è l’intelligenza di coloro che hanno portato questo paese allo sfascio. Chiunque ci sia o ci sia stato al governo nell’ultimo decennio ha adottato la medesima frase: “Prima ti impoverisco, poi devi accettare quel che ti do”. A loro tutti un plauso, e a noi? Prendiamoci questo giorno di festa, (sfortuna vuole che sia pure sabato) e proviamo a riflettere sulla parola rivoluzione!

Vigevano – E’ di oltre 160 pagine il ricorso in appello consegnato personalmente alla procura di Vigevano dalla madre di Chiara Poggi.

Anche la procura depositerà le motivazione del ricorso. Dopo la sentenza d’assoluzione, un altro processo per Alberto Stasi fidanzato della vittima, uccisa nel 2007 a Garlasco.

 

Will she survive?/Sarà sopravvissuta?

Bufala o no, rende l’idea!

Tutto pronto al Camp Nou, circa 100 mila i tifosi che saranno presenti sugli spalti. Parte avvantaggiata la squadra di Mourinho grazie al risultato ottenuto al Meazza e ribaltare il 3-1 non sarà semplice per i blaugrana. Nessuna pretattica per il mr portoghese che annuncia a sorpresa 9/11 della formazione che metterà in campo: Julio Cesar, Maicon, Lucio, Samuel, Zanetti, Cambiasso, Sneijder, Eto’o e Milito. Azzardiamo gli 11/11 di Guardiola:Valdes; Dani Alves, Piquè, Milito, Maxwell, Xavi, Busquets, Keita, Messi, Pedro, Ibrahimovic.

Update: Clima ostile e notte pesante per i giocatori italiani, lanci di petardi, schiamazzi e musica ad alto volume sotto l’hotel Don Juan Carlos I per disturbare il riposo dei 23 convocati. Che sia una tattica non vi è dubbio, ma saranno in grado di spezzare la catena del no gol di Messi contro il portoghese? 

Good luck !

L’e-mail è ormai lo strumento di comunicazione elettronica più utilizzato per lo scambio di comunicazioni. La posta elettronica o e-mail (acronimo di Electronic Mail) è un mezzo di comunicazione in forma scritta via Internet. Il principale vantaggio dell’e-mail è l’immediatezza.
I messaggi possono includere testo, immagini, audio, video o qualsiasi tipo di file. La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica nel quale è fornita al mittente documentazione elettronica, con valenza legale, attestante l’invio e la consegna di documenti informatici. “Certificare” l’invio e la ricezione, i due momenti fondamentali nella trasmissione dei documenti informatici, significa fornire al mittente, dal proprio gestore di posta, una ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio e dell’eventuale allegata documentazione. Allo stesso modo, quando il messaggio perviene al destinatario, il gestore invia al mittente la ricevuta di avvenuta (o mancata) consegna con precisa indicazione temporale. Nel caso in cui il mittente smarrisca le ricevute, la traccia informatica delle operazioni svolte, conservata per legge per un periodo di 30 mesi, consente la riproduzione, con lo stesso valore giuridico, delle ricevute stesse.

Centro Nazionale per l’informazione nella Pubblica Amministrazione(CNIPA)

Da alcuni giorni, l’amatissima attrice Sandra Mondaini è ricoverata presso la clinica S.Rossore di Pisa. In una nota il Dott.Cassano riferisce che, la decisione è avvenuta di comune accordo e che si eseguiranno solo degli esami di routine. Si è optato per il ricovero per il grande stress che sta vivendo dopo la scomparsa del marito Raimondo Vianello avvenuta il 15 aprile c.m, escludendo pertanto i roumors che vedrebbero una recidiva tumorale.

A Cernobyl , il 26 aprile 1986 all’1.23 (Ucraina, ex U.R.S.S) si verificò il più grave incidente nucleare della storia, con una violenta esplosione che rilasciò in atmosfera 100 volte la radioattività sprigionata dalla bomba atomica sganciata su Hiroshima.
 
 
 
Le vittime secondo il rapporto del Chernobyl Forum
 
È stato riscontrato che circa 4000 individui hanno sviluppato tumori alla tiroide direttamente attribuibili all’accumulo di iodio 131 radioattivo all’interno dell’organo. La fascia di popolazione più colpita fu la più giovane (0-14 anni), per la maggiore assunzione quotidiana dello iodio, soprattutto attraverso il consumo di latte dove lo iodio 131 era presente. Fortunatamente le probabilità di guarigione da questo tipo di tumori è molto alta, fino al 99% per i casi legati a Chernobyl, il 90% nei paesi occidentali e di conseguenza le vittime sono state relativamente poche, 15 secondo il rapporto dell’OMS. Gli altri guarirono, anche se ovviamente sono ancora tenuti sotto controllo. È da segnalare che in questo caso le reticenze e le lentezze sovietiche nel lanciare l’allarme furono fatali.
Secondo Greenpeace:
 
La stima dei morti causati dall’incidente é di oltre duecentomila mentre la propaganda filo-nucleare parla di soli 65 morti, riferendosi a malapena al numero dei lavoratori e soccorritori morti in seguito all’esplosione”. L’organizzazione ricorda poi che nel 1987, l’anno dopo Cernobyl, oltre l’80% dei cittadini italiani ha votato contro il nucleare e che in seguito all’esito dei tre referendum proposti, tutte le centrali nucleari in Italia furono chiuse. “Il governo  intende imporre all’Italia il nucleare e si prepara a una campagna di disinformazione sui rischi e i costi di questa pericolosa tecnologia”.

RIPROVA

RIPROVA

Ho vinto qualche cosa^

prova

ho vinto

ho vinto!

RIPRENDIAMO!!!

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: